Archivi
Categorie

di Aldo Messina

Come avrete già letto in copertina, “La Risacca” muta la sua periodicitá, da mensile in trimestrale,  per motivi – come si suol dire – indipendenti dalla nostra volontá.

Non é ancora l’ora di un bilancio, ma – dopo quasi dieci anni di vita – é certo opportuno un primo esame di quanto fin qui realizzato. Orbene, non possiamo che dirci soddisfatti per il servizio reso alla collettivitá,  fornendo informazioni puntuali e commenti talora controcorrente sugli avvenimenti locali; e ció senza aver tralasciato anche i principali eventi di carattere nazionale e regionale che, direttamente o indirettamente, hanno interessato la vita di tutti noi.

Ci siamo fatti un dovere di occuparci non soltanto dell’attualitá, ma anche della storia, della cultura, delle tradizioni della nostra terra, anche per ricordare ai più giovani ció che i nostri avi sono stati capaci di realizzare nell’arco di una storia millenaria.

Certo, i fasti del passato hanno fatto ancor piú risaltare i guasti del presente. Negli ultimi anni l’intera nostra provincia ha avuto momenti di grande sviluppo, dovuti al boom del turismo nazionale e internazionale. Ma adesso, purtroppo, l’invidia, la sopraffazione, la concorrenza sleale, unite alla nostra inconsistenza politica ed alla ottusità di alcuni Comuni della provincia, ci hanno fatto ritornare ai momenti tristi di un recente passato.

Inutile dire che la causa prima di questo ritorno al passato è stata il declino dell’aeroporto di Trapani-Birgi, passato da due milioni di passeggeri a poche centinaia. Ció ha comportato la chiusura di centinaia di attivitá e, a cascata, il licenziamento di migliaia di lavoratori. Di contro, l’aeroporto di Palermo ha incrementato le presenze di due milioni di passeggeri, piú o meno quelli che abbiamo perduto noi.

Né diversa è la situazione del traffico portuale, con alcune tratte trasferite a Palermo, pur se il tragitto piú conveniente sarebbe sempre quello che fa scalo a Trapani. In compenso, il governo nazionale, con la compiacenza di quello regionale, ci ha premiato con migliaia di arrivi di clandestini africani.

Strade e autostrade continuano ad essere aperte (pur se talora non transitabili), mentre il trasporto ferroviario continua a fare semplicemente pena.

Ci verrebbe da dire che “La Risacca” é scomoda anche per questo. Perché denuncia l’inadeguatezza della nostra societá, nel suo insieme: infrastrutture, politica, società civile, non disdegnando anche di gettare un occhio sulle vicende della Chiesa.

Arrivederci, dunque, al gennaio dell’anno venturo. Nella speranza che qualcosa possa nel frattempo cambiare. Ma ci crediamo poco.

 

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
novembre: 2019
L M M G V S D
« ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
Visite