Archivi
Categorie

LA REGIONE ACCELERA L’ITER

di Filippo Camuto

Sembra che la riforma delle Opere Pie si stia staccando dalla posizione di fanalino di coda, in quanto la Regione Siciliana, attraverso un disegno di legge, già approvato dal Governo, vuole regolarizzare la materia sia per quanto riguarda il personale che rendere operative le strutture, alle dipendenze della sanità pubblica, cioè in Aziende di diritto pubblico.

Purtroppo le Opere Pie si trovano in una crisi finanziaria senza precedenti; non vengono pagati gli stipendi al personale, i ricoverati, in molti casi sono stati costretti a trovare altre sistemazioni alternative e molti edifici restano chiusi. La situazione è grave e presenta un quadro allarmante. Pare che le IPAB abbiano debiti, oltre 40 milioni di euro, che riguardano in massima parte retribuzioni ai lavoratori e ai fornitori. Le ultime rilevazioni ci dicono che i dipendenti a tempo indeterminato sono 750; 125 le IPAB censite, di cui molte non operanti e circa 2.000 i precari che, a vario titolo, hanno lavorato in tali Istituzioni.

Anche le IPAB di Trapani, il Serraino Vulpitta e l’ex Ospizio Marino, trovansi nelle medesime condizioni. In un paese civile, nel quale crediamo di vivere, non si può verificare e tollerare a lungo questo stato di cose, avanti manifestato.

Le due istituzioni hanno svolto per anni un servizio socio-sanitario di notevole importanza e utilità per la gente ed i bambini bisognevoli di cure e di assistenza. Ora vederle inattive, preda dell’abbandono, del degrado e del verificarsi di furti e dell’azione di vandali, in cui purtroppo sono piombate, in confronto a quello che erano prima, tutto ciò ci lascia uno sconforto indicibile.

Ricordiamo con piacere la barca a motore dell’ex Ospizio Marino che era addetta al servizio di traghettamento di persone fra il molo, vicino all’ex Casermetta dei sommergibili di via Amm. Staiti, e la banchina del Ronciglio. Ciò avveniva prima che venisse costruito il ponte di collegamento fra la terraferma e il Ronciglio.

C’è anche da dire che l’ex Ospizio Marino ed il Serraino Vulpitta sono dotati ciascuno di parchi alberati, oggi non più curati.

Il testo approvato dalla Giunta di Governo, sulle IPAB, dovrà essere ancora posto all’attenzione dell’Assemblea Regionale che dovrà votare e si presume che il Movimento 5 Stelle, con MPA e Forza Italia presenteranno una loro riforma delle Opere Pie, cui i grillini non vogliono rinunciare.

Si dà comunque per certo che le Opere Pie lavoreranno nell’ambito socio-sanitario diventando, Aziende per i servizi alle persone ed interventi (ASPI) e saranno quindi pari alle Aziende di diritto pubblico. Alcune IPAB che operavano come fondazioni o Enti ecclesiastici, potranno continuare ad avere il carattere di persone giuridiche di diritto privato.

Il nostro auspicio, comunque, è quello che si risolva al più presto la situazione delle Opere Pie, al fine di dare tranquillità alle persone in stato di bisogno e continuità al lavoro socio-sanitario, cui sono destinate.

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
novembre: 2019
L M M G V S D
« ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
Visite