Archivi
Categorie

In base alla lettera che l’Unione Maestranze di Trapani ha spedito al vescovo di Trapani in seguito al Convegno: “Feste Religiose accompagnare la Pietà Popolare, risorse e rischi”. Pare che le due anime laiche e religiose abbiano trovato una sintesi sulle modalità da seguire per la processione dei Misteri.  Per saperne di più, su quanto scritto nella lettera, abbiamo chiesto lumi al presidente dell’Unione Maestranze Giuseppe Sebastiano Lantillo appartenente, da decenni, a una dinastia di fornai.

Cosa intende dire quando parla di individuazione di regole dai contenuti storici religiosi ben definite?

Significa che dopo anni di fraintendimenti e/o piccoli attriti, nell’interesse generale dei cittadini, proprietari dei Misteri e della chiesa titolare del rito religioso della processione, abbiamo trovato un accordo che mette fine alle diatribe del passato e guarda al futuro.

Quale è la soluzione trovata per indossare il saio bianco e rosso della Confraternita di san Michele arcangelo?

Non saranno riproposti gli incappucciati che rappresentavano la Confraternita di san Michele arcangelo perché detta Confraternita è al momento congelata. Da qui, nel più ampio discorso che ci deve portare all’individuazione di regole dai contenuti storici – religiosi ben definite, mettiamo fine alla querelle “Cappuccini si/ Cappuccini no”. In ogni caso, la responsabilità pregressa ricade su alcuni degli incappucciati del passato che, approfittando della temporanea identità occulta, davano luogo ad azioni poco edificanti, anche stupide, che nulla avevano a che fare con la loro presenza e il compito loro affidato.

Nella lettera post Convegno sulle Feste Religiose, avete asserito di volere dare una regola e una direttiva semplice al tema delle “girate”. Cosa intendevate dire?

Semplice. Intendiamo recuperare il senso originario e caratterizzante che, negli anni aveva subito ed ha subito eccessi che lo hanno snaturato, svuotato di significato e mercificato. Questo intervento arriva anche dopo i recenti fatti di cronaca che hanno mortificato il rito popolar cattolico.

 

Con quale criterio è stato scelto l’itinerario 2019?

Negli anni scorsi si era stabilito per un percorso “Centro storico” alternato a quello più lungo che attraversava la via G.B. Fardella.                                                                                                                                                                     Dal 2019, e per tre anni, si ritornerà al vecchio percorso che, partendo dal Centro storico, si snoda per la via Garibaldi fino ad arrivare alle ore 20,00 nella Piazza Vittorio Emanuele. Inoltre, quest’anno non sarà celebrata la santa messa in questa Piazza. La cosa consentirà ai Misteri di ripartire prima per la via G.B. Fardella e consentire al popolo e ai fedeli di ammirare o partecipare alla processione in orari non eccessivamente notturni per le famiglie medie con ragazzini al seguito.

Nei vostri numerosi incontri, avete affrontato il problema della enorme distanza che spesso si crea tra un Mistero e l’altro al punto di dare l’impressione che si tratti di venti processioni?

Il problema lo abbiamo esaminato e speriamo di risolverlo al meglio approfittando delle riduzioni delle “girate” e della partenza in anticipo, rispetto al passato, da Piazza Vittorio Emanuele.

Quanto costa, complessivamente, una processione come questa di Trapani?

Difficile dirlo. Ogni Gruppo si organizza in modo autonomo e influiscono, tra le spese, il costo dei portatori, quello della banda musicale e dell’addobbo.                                                                                                                   Mediamente possiamo ipotizzare un costo complessivo di 350.000,00 euro.

In Italia, per non dire in Europa, manca qualsiasi forma di pubblicità o informativa sulla processione dei Misteri di Trapani. Si vedono manifesti pubblicitari di Enna, Caltanissetta e altri, ma mai uno di Trapani che poi rappresenta la “vera” processione per numero di Misteri e per antichità: 400 anni!

E’ vero. Il nostro intendimento sarebbe quello di pubblicizzare la processione, sia nei diversi comuni che nei principali aeroporti italiani ed europei. Ma per questo abbisognerebbe un enorme sforzo finanziario non sostenibile dalle nostre maestranze. In un recente incontro a Palermo con l’assessore regionale al turismo, siamo riusciti a fare includere la nostra processione al nono posto tra le manifestazioni più importanti della Sicilia.                                                                                                                                                                                                 Inoltre, di recente, con le dovute cautele, e con la supervisione della Soprintendenza ai Beni Culturali, abbiamo risposto ad un invito proveniente da Taranto per l’esposizione di due storici Misteri: quello dei “Muratori” e quello dei “Calzolai”.                                                                                                                                                                           In tale occasione, si è registrato un ottimo successo e si calcola che siano stati circa dodicimila i visitatori.

ALME

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
maggio: 2019
L M M G V S D
« apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Visite