Archivi
Categorie

MA E’ GIA’ OPERANTE

 

E’ semplicemente vergognoso il metodo adottato dal comune di Trapani con l’introduzione a “tradimento” della differenziata senza informativa e, probabilmente, senza mezzi e senza idee. In pratica, riversando solo sui cittadini ignari del sistema tutte le responsabilità del caso. Un sistema che poteva registrarsi solo in un capoluogo privo di un Governo eletto e sostituito da gente di passaggio che si disinteressa della città e della società.

Ora, premesso che siamo tutti d’accordo per la civile raccolta differenziata e che anzi siamo in incivile ritardo, non possiamo sottacere che le ordinanze, come le leggi, debbono essere chiare, puntuali e a conoscenza di tutti. Ma allo stesso tempo dobbiamo ricordare che la massima secondo la quale “la legge non ammette ignoranza”, nel nostro caso non sarebbe applicabile perché si tratta di mancata adeguata comunicazione e ignoranza di tutti. Forse sarebbe il caso di ricordare che, una legge, ignorata da tutti, e non rispettata dal popolo andrebbe rivisitata.

Nel nostro caso l’unico requisito registrato è quello della puntualità a prescindere dal fatto che i cittadini siano stati informati o meno della complessa raccolta. Informativa che, in vero, lascia molto a desiderare se è vero, come è vero, che ancora oggi i cittadini brancolano nel buio e cercano disperatamente di capire come comportarsi.

I volantini che sostiene il Comune di avere distribuiti, in realtà sono arrivati ad un cittadino ogni dieci (o cento?). Basti pensare che nei condomini, ma anche in palazzi con meno di 5 appartamenti ne è stato recapitato, ove effettivamente consegnato, solo uno.

Questo, a parere dell’amministrazione e del responsabile del servizio della raccolta differenziata è già sufficiente per mettere loro al riparo da ogni responsabilità sul disservizio riversando tutto sulle spalle degli ignari cittadini.

Cerchiamo di essere più chiari.

Nei paesi civili la differenziata viene anticipata da informative reali e non solo con vago riferimento al sito internet, specie se in presenza  di una cittadinanza “vecchia”. Inoltre, vengono forniti i sacchetti per la differenziata e, nei condomini, anche i cassonetti.

Qui si lascia alla disperazione dei cittadini la ricerca dei sacchetti biodegradabili e le indicazioni di come comportarsi.

In tutti i comuni, dove si è attuata la differenziata, è stata la società incaricata della raccolta a dare informazioni, a fornire, almeno inizialmente i sacchetti ed altro materiale e, alla fine, a ridurre sensibilmente l’imposta sulla spazzatura.

A Trapani si è scelta la strada inversa: la società, con il bene placet del comune la fa da padre-padrone, impone i tempi e le modalità e, alla fine, se le notizie che arrivano non sono false, si lavora per raddoppiare la tassa sulla spazzatura anziché dimezzarla.

Appare evidente, inoltre, che approfittando del caos e della confusione, si mira a fare cassa anche con multe verso quei cittadini che vorrebbero collaborare ma non sanno cosa fare.

Davvero i trapanesi sono diventati così imbecilli e rimbambiti?

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
agosto: 2018
L M M G V S D
« giu    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Visite