Archivi
Categorie

Un asse invisibile unisce, mestamente, Roma con Palermo e Trapani. Questo asse è il caos e il ritorno all’inciviltà tra ignoranza, sperpero e colonizzazione mirata.

Ma cerchiamo di ragionare.

Il presunto Presidente del Consiglio in pectore, Di Maio, rispondendo alle critiche rivoltegli, ha detto: «Ciascuno abbiamo il suo modo da esprimerci.»

Questo non ci meraviglia, fa parte della cultura o della incultura che caratterizza una aliquota della popolazione italiana. Il fatto grave è che ci si stia accingendo ad essere governati da persone che, al di là della grammatica e della sintassi, ignorano anche le regole politiche, economiche e sociali di un popolo. E, cosa forse più allarmante, la sua storia.

La Regione Siciliana, dopo anni di politica clientelare a danno dei siciliani, si trova in stato di semi-dissesto finanziario, ed è materialmente impossibilitata a provvedere anche alle più urgenti necessità della popolazione.

Il Comune di Trapani, dopo le tristi vicende giudiziarie che sono giunte, quasi ad orologeria, a creare il caos politico nel corso delle consultazioni amministrative, è stato ceduto da Crocetta al palermitano Messineo. L’ex Provincia Regionale  ha al suo vertice un altro palermitano, così come l’Autorità Portuale e tanti altri posti-chiave del territorio comunale. Di fatto, il nostro territorio è ormai ridotto al rango di colonia ottocentesca, occupata dalla rivale Palermo (nostra storica concorrente politica ed economica) e governata attraverso i suoi uomini.

I trapanesi assistono apatici, salvo poi a lamentarsi nei bar o dal barbiere. Lamentarsi, si badi bene, non reagire. O reagire nel modo sbagliato, votando a dispetto, senza raziocinio.

E’ successo così che, dopo decenni di carestia, era arrivata una boccata di ossigeno con il turismo, grazie all’aeroporto e all’arrivo di voli dall’Italia e dall’estero. Per questo vi invitiamo a leggere le statistiche incluse nell’articolo “Indicatori economici del nostro territorio” (pag.11 -13).

Chi ha avuto modo di recarsi all’aeroporto di Birgi in questi giorni, si è accorto della desolazione e del deserto che regna in quel luogo.

Di contro, leggiamo sulla stampa, l’aeroporto di Palermo ha incrementato l’attività con 96 nuovi voli.

Missione compiuta! Adesso tutti i nostri colonizzatori possono rientrare a Palermo in pompa magna.

Le imminenti elezioni amministrative?

Dubitiamo sulla capacità dei futuri candidati a sindaco della città, ma soprattutto dubitiamo sulle loro capacità di battersi allo spasimo per riportare questa città a livelli normali e civili.

Comprendiamo le difficoltà che incontreranno, ma non ci resta che confidare sulla loro onestà d’intenti.

Onestà d’intenti che dovrà riportare, innanzitutto, serenità tra gli operatori turistici che si erano indebitati per migliorare il settore e far decollare l’economia.

Il quadro politico locale non è ancora chiaro, ma vi promettiamo che, prima delle elezioni, ritorneremo in modo più approfondito sull’argomento.

 

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
dicembre: 2018
L M M G V S D
« nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Visite