Archivi
Categorie

IL POLO UNIVERSITARIO DI TRAPANI INAUGURA IL 27° ANNO ACCADEMICO 2017/2018

di Filippo Camuto

L’Università è un terreno fertile per formare i giovani, insegnando e dialogando con loro. Questo è anche il senso indiscutibile per una Università degli Studi che si vuole sempre più radicalizzare a Trapani a beneficio degli studenti universitari, delle loro famiglie, finalizzata alla crescita socio-culturale ed economica del nostro territorio. Questo è stato anche l’intendimento di un gruppo di cittadini, fra cui lo scrivente, quando nel 1974, con atto notarile, fu creato il Consorzio Universitario di Trapani con l’obiettivo di istituire in questa città una Università degli Studi autonoma, senza alcuna ombra di campanilismo, ma soltanto amore per la cultura che è il traino in ogni campo di iniziative utili.

In vero Trapani è stata sempre una città vocata alla cultura, infatti c’è da dire che già nel 1535 era sede di ben sei facoltà universitarie (privilegi conferiti dall’Imperatore Carlo V – lauree i fisica, giurisprudenza, matematica, filosofia, teologia e medicina) e nel 1791 di una Accademia di Belle Arti di Stato. Essa ha tutti i titoli per essere una città universitaria

Molti Consorzi Universitari, sorti in Italia dopo il nostro, si sono trasformati in Università di Stato. Purtroppo, per vari motivi, nel corso degli anni il coesistente Polo Universitario di Trapani ha perso quasi tutte le facoltà e i corsi di laurea, come per esempio Biologia Marina (uno dei pochissimi corsi di laurea esistenti in Italia, dotato di attrezzature sofisticate, sito in una città marinara per eccellenza), tutti i corsi di laurea della area sanitaria (che costituivano anche una base utile per istituire a Trapani la tanto richiesta Facoltà di Medicina e Chirurgia, come seconda facoltà di Palermo che ne avrebbe tratto benefici), Assistente Sociale, Archeologia Navale, etc.

Il 12 gennaio, u.s., a coordinare la presentazione del nuovo Anno Accademico 2017/2018 nell’Aula Magna gremita di personalità civili, militari e religiose, nonché di universitari e di pubblico, è stato l’emerito Prof. Ignazio Giaconia, Presidente del Polo Universitario di Trapani, che da moltissimi anni svolge non solo l’attività di docente ma anche di presidente di diversi corsi di laurea. Lo possiamo considerare un trapanese d’adozione. A seguire c’è stata la prolusione del Magnifico Rettore Fabrizio Vicari e la lectio magistralis del Prof. Giovanni Pitruzzella, Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

L’illustre accademico Prof. Giaconia nel suo intervento ha espresso «grande soddisfazione per la grande partecipazione, non soltanto da parte dei vertici universitari e delle autorità, ma soprattutto da parte dei giovanissimi che hanno riempito l’Aula Magna. La maggior parte, dice il Prof. Giaconia, sono studenti delle superiori e questo fa capire che ci sia un buon rapporto con il territorio, aspetti che abbiamo curato con molta attenzione».

Poi ha elencato i corsi di laurea esistenti presso il Polo Universitario Trapanese e quelli di nuova istituzione che sono stati attivati: “Architettura e Ambiente Costruito”, “Scienze del Turismo”, che ha avuto molte richieste ed una ottima risposta in termini di iscrizioni e “Consulente Giuridico d’Impresa”.

Essi abbracciano branche differenti e soprattutto spendibili nel territorio di Trapani.

Infine, sempre dal Prof. Giaconia, è stato annunciata «l’attivazione di un nuovo master “Welfare migration” che in futuro potrebbe essere sviluppato in un corso di laurea breve sul tema della mediazione culturale e la messa a disposizione degli studenti universitari alloggi e servizi da parte dell’Istituto Autonomo Case Popolari di Trapani.

Successivamente ha preso la parola il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Prof. Fabrizio Micari, personalità di grande rilievo, di idee innovative ed importanti iniziative, dichiarando «che già da due anni l’Università di Palermo sta puntando al rilancio del Polo Universitario di Trapani nella convinzione che il decentramento universitario è importante e che siano tutte le condizioni per realizzarlo>>.

“Noi vogliamo lavorare su Trapani – ha proseguito Micari- e garantiamo formazione di alto livello. Non c’è bisogno che gli studenti vadano a studiare fuori sui corsi di laurea  che sono disponibili a Trapani o Palermo».

Il Magnifico Rettore è stato anche il promotore di una convenzione tra la Regione Sicilia e le Università siciliane, secondo la quale l’Ente Regione destina risorse finanziarie ai Consorzi Universitari tramite gli Atenei siciliani interessati. Un altro passo dovrebbe essere quello, considerata l’importanza dei Consorzi Universitari in un contesto del decentramento universitario, di trasformarli in Organismi Pubblici Regionali.

Un appello ai nostri rappresentanti della politica e delle istituzioni, nonché alla cittadinanza attiva affinché si adoperino per una Università degli Studi a Trapani, motore di ogni iniziativa va qui lanciato. Al Magnifico Rettore della Università di Palermo, porgiamo un sincero grazie per tutto quanto farà per Trapani, tenendo presente, in relazione alla formazione universitaria, che la Sicilia occidentale, con la sola Università di Palermo, trovasi sbilanciata rispetto a quella orientale dove operano tre Università: Catania, Messina ed Enna.

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
giugno: 2018
L M M G V S D
« mag    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
Visite