Archivi
Categorie

ANCHE A TRAPANI NASCE IL POLO DEL VOLONTARIATO

PER MINORI STRANIERI

Di Vito Campo

 

All’ex asilo Charitas di Trapani nascerà un polo del volontariato dedicato all’accoglienza, all’integrazione, ma anche all’aiuto delle persone. È questa una delle prime e belle novità dell’anno appena iniziato che riguardano la città di Trapani. Un polo del volontariato, inteso quale casa delle associazioni, che nasce per creare uno spazio comune di lavoro e condivisione per tutte quelle realtà associative che, a vario titolo, sono impegnate nel volontariato. Dunque, nei prossimi mesi diverse realtà associative, prevalentemente del mondo cattolico, opereranno all’interno dell’ex asilo Charitas di Trapani, facendo ritornare la struttura alla sua originaria funzione caritativa e di aiuto per i meno fortunati. All’interno della struttura, nata a fine ’800 per i bambini e i poveri, già operano la casa famiglia per disabili “Domenico Amoroso”, presente da 20 anni, le Vincenziane per la carità, e un centro di aggregazione giovanile della Caritas diocesana di Trapani, che svolge anche attività di doposcuola per bambini e ragazzi. Inoltre, si aggiungerà la Missione internazionale “Madre Clelia” a cura delle suore Apostole del Sacro Cuore che, in collaborazione col Centro Astalli di Palermo, avvierà un servizio in favore dei minori migranti non accompagnati. Accogliere, proteggere, promuovere e integrare: sono queste le quattro azioni per una cultura dell’incontro e per realizzare una città dei volti. L’ex asilo, su indicazione del vescovo di Trapani Pietro Maria Fragnelli che ha voluto fortemente la realizzazione di questo progetto, assumerà il nome di “Arco della Speranza”. Di tutto questo se n’è parlato, proprio all’ex asilo Charitas, in occasione della festa del volontariato, che ha visto la partecipazione del vescovo Fragnelli, di Gianni Naso presidente dell’ente ecclesiastico SS. ma Trinità, e di Arianna Lo Vasco giudice tutelare del Tribunale di Trapani. Il vescovo di Trapani, che ha aperto l’incontro con la preghiera del migrante composta da Papa Francesco nel luglio del 2013 in occasione della sua visita a Lampedusa, ha affermato «Mi commuove vedere questi nostri fratelli scendere con delle biciclette, senza particolari accorgimenti, in delle situazioni in cui davvero non si riesce a riconoscere il loro volto. La ricerca dei volti è importante, e noi dobbiamo aiutare ogni fratello a far riconoscere il proprio volto. È importante una città dei volti, ma anche un’isola, un’Europa e un mondo dei volti». Sul progetto del polo del volontariato Gianni Naso ha aggiunto «Lo scopo è quello di unire tante associazioni, anche con scopi diversi, per provare a realizzare un cambiamento in questa città, e cominciamo dai minori migranti non accompagnati. L’ex asilo Charitas è un edificio storico che si presta ad abbracciare le forze di volontariato e sociali. E tra gli obiettivi di questo polo c’è anche quello di creare, proprio in questa struttura, una mensa per i poveri». Arianna Lo Vasco ha illustrato la normativa di legge dedicata alla figura del tutore volontario dei minori stranieri.

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
maggio: 2018
L M M G V S D
« apr    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
Visite