Archivi
Categorie

di Aldo Messina

Leggendo la “Risacca” di questo mese potrebbe sembrare come se questa Redazione avesse voluto snobbare le imminenti elezioni politiche e amministrative, liquidandole con poche pagine e non del tutto “politiche”.

La verità è che consideriamo le elezioni politiche superflue e inutili per quanto attiene la scelta dei propri rappresentanti dal momento che, ancora una volta, la leadership in parlamento sarà espressione del volere dei capi dei vari partiti e non della volontà popolare. Questi ultimi, benché scelti, non avranno alcun ruolo e voce in capitolo se non quella di assecondare il volere di coloro che, arrivati per “volontà dei neo dittatori delle singole forze politiche”, detteranno i “lavori”.

Per le amministrative, in realtà non ne trattiamo più di tanto perché ancora i giochi, quelli veri, non sono stati iniziati. Qui mancano i candidati forti espressione dei partiti o delle coalizioni consistenti. Le potenziali candidature, anche se considerate definitive, riguardano alcune forze minori che nella realtà debbono ancora dimostrare la loro forza.

Fra un mese, forse, il panorama sarà più chiaro e i dibattiti potranno avere una loro valenza.

Siamo invece tornati a parlare, anche se indirettamente, di aeroporto e di co marketing perché in molti, a Trapani, temono per il loro futuro tanto gioiosamente legato ad un afflusso di turismo e alla possibilità di lavorare onestamente con esso. Il commissario straordinario del comune di Trapani, con la sua discutibile scelta di non aderire al co marketing, ha (Dio non lo voglia) drasticamente affogato l’occupazione e sommerso l’economia comunale e, forse, provinciale.

Ma di questo ne abbiamo abbondantemente parlato, con rispetto, ma con il forse errato sospetto di potenziale campanilismo.

Questo mese di gennaio, infine, vedrà la visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ritornerà nella sua terra di origine per ricordare e commemorare il grave terremoto del gennaio 1968 a causa del quale i paesi già poveri della Valle del Belice hanno visto la morte e la distruzione di quel poco da loro posseduto.

Non ci sembra che a 50 anni di distanza ci sia stata una ripresa da definire tale. Ma, d’altronde, non ci sembra nemmeno che questa ripresa si sia espressa nemmeno nell’arco dell’ultimo secolo. Terremoto a parte.

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
ottobre: 2018
L M M G V S D
« giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Visite