Archivi
Categorie

di Aldo Messina

Anche quest’anno, grazie a Dio, saremo felici di festeggiare il Natale.

Certo, non è il Natale degli anni migliori, ma per la religione cattolica la festa è sempre uguale.

Di solito, in questo periodo, ci siamo prodigati per augurare a tutti un buon Natale e un felice Anno nuovo.

Non ci siamo mai scordati, però, di rivolgere un pensiero particolare ai ricoverati negli ospedali o nelle case di cura, ai carcerati ed a tutti coloro che non potranno trascorrere un buon Natale per i più diversi motivi.

Quest’anno, purtroppo, dobbiamo allargare la sfera di coloro che il Natale felice non l’avranno per sopravvenuti impedimenti, indipendenti dalla loro volontà. Si tratta dei poveri o, meglio, dei nuovi poveri che la nostra società ha sfornato e continua a sfornare senza soluzione di continuità.

In un articolo pubblicato a pag.15 di questa edizione, vi diamo conto della nuova povertà che, solo a Trapani, ha raggiunto e superato la quota di 10.000 persone che, quotidianamente, si rivolgono agli Istituti di beneficenza come la Caritas per sfamarsi. Quando non vanno a rovistare tra i rifiuti.

Sono cifre enormi e spaventose ma, purtroppo, maledettamente reali.

Di recente, visitando la Caritas e la mensa dei poveri, abbiamo sentito una stratta al cuore riconoscendo, tra i tanti ospiti, amici o lontani parenti che mai avremmo potuto immaginare essere ridotti in tale stato. Così come, sempre più spesso, ci capita di incontrare persone conosciute che, con fare mortificato e dimesso, si avvicinano per chiederci 2 o 5 euro “in prestito”. Li abbiamo concessi con piacere, ma con la morte nel cuore.

Eppure c’è chi ancora ci dice che la ripresa economica è iniziata e che il peggio è finito.

Mentono spudoratamente, sapendo di mentire, consci che il peggio deve ancora venire se non si esce dalla morsa di questa finta Europa e dal diktat dei suoi paesi economicamente forti ma insaziabili.

In questo Natale 2017 c’è, dunque, poco da festeggiare, se non la sola ricorrenza religiosa.

Per chi è credente, è pur sempre una ricorrenza solenne. La rispettiamo, naturalmente. Ma ci sia consentito mancare di rispetto a chi questa miseria l’ha creata e continua, in malafede, ad alimentarla.

Grazie a tutti i nostri lettori che ci hanno seguito e supportato anche in questo poco favorevole anno.

A loro auguriamo un Natale, se non proprio felice, almeno sereno, insieme ai voti per un 2018 che possa essere migliore di questo triste 2017.

Già, perché la speranza è sempre l’ultima a morire.

AUGURI.

 

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
dicembre: 2018
L M M G V S D
« nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Visite