Archivi
Categorie

Redazionale

L’INDIFFERENZA… DEL COMUNE DI TRAPANI IN ORDINE AL CONTRATTO DI ADESIONE AL COMARKITING

L’ Airgest, la Società di gestione dell’aeroporto “Vincenzo Florio” di Birgi, ha indetto un “Bando per la ricerca di un nuovo vettore aereo”, per il triennio 2018-2020, per l’importo di 20. 280.000 di euro, invitando i comuni della provincia di Trapani alla contribuzione, mediante contratto di adesione (co-marketing). -

Hanno manifestato la disponibilità a sostenere “azioni pubblicitarie finalizzate ad assicurare la continuità dell’operatività dell’aeroporto” 13 comuni sui 24 della Provincia, ed esattamente Marsala, Favignana, San Vito Lo Capo, Mazara del Vallo, Castellammare del Golfo, Erice, Valderice, Petrosino, Custonaci, Paceco, Salemi, Calatafimi-Segesta, Buseto Palizzolo.-.

Di recente, anche il comune di Alcamo e quello di Campobello di Mazara hanno deliberato di aderire alla manifestazione di interesse per la ricerca del nuovo vettore aereo. -

Non hanno sinora aderito i comuni di Trapani, Castelvetrano, Pantelleria, Partanna, Santa Ninfa, Vita, Gibellina, Salaparuta, Poggioreale.- Sembra, tuttavia, probabile che lo faranno. -

Il bando è suddiviso in tre lotti: Collegamenti con mercati nazionali già consolidati; Collegamenti con mercati internazionali già consolidati, Collegamenti internazionali da sviluppare. -

Alla somma disponibile di 13 milioni di euro, messi a disposizione dalla Regione Sicilia, va aggiunto l’importo di euro 1. 300.00, erogati dai comuni, per un totale di 17 milioni e 700 mila euro, per cui l’Airgest dovrà effettuare altro bando per tale importo (“Giornale di Sicilia”, p. 16 del 4-11-2017). -

Il comune di Trapani non ha condiviso l’ iniziativa dell’Airgest, avanzando dubbi sulla legittimità di “un rapporto negoziale a carattere pubblicitario” stipulato direttamente con una compagnia aerea e non con aziende operanti nel settore, sulla “mancanza di certezza in ordine alla controprestazione in termini di flussi turistici”, sulla “decurtazione del corrispettivo nel caso in cui il numero dei passeggeri in arrivo nel periodo considerato fosse inferiore alle aspettative”. -

La posizione assunta dal Comune di Trapani viene criticata da più parti. -

L’Airgest e il Presidente della Camera di Commercio di Trapani hanno assicurato che il bando verrà portato a risultato, anche se i fondi raccolti sono ridotti, con la precisazione che i comuni non aderenti potranno partecipare al contratto in qualsiasi momento. -

Il Presidente del Distretto Turistico dichiara di contare di registrare presto l’adesione degli altri comuni, che non hanno ancora aderito. -

Il Presidente di Sicildustria precisa che sta nascendo il “Gruppo di operatori economici amici dell’aeroporto di Birgi”. -

Il Presidente dell’Osservatorio per la Legalità accenna alla possibilità di una ristrutturazione del percorso negoziale in questione. -

Il vice-coordinatore provinciale di Forza Italia ritiene che la soluzione migliore della vicenda sia quella di “privatizzazione del contratto”. -

Cgil, Cisl e Uil rilevano che il Comune di Trapani deve pensare anche allo sviluppo economico del territorio e invitano il Commissario comunale a “tornare su i suoi passi”. -

Questa redazione concorda con la posizione critica assunta in genere dai sindacati. -

Se i comuni di Trapani, Alcamo e Castelvetrano avessero sottoscritto subito l’accordo, il risultato sarebbe stato migliore. -La decisione del Comune di Trapani può apparire corretta sul piano tecnico-giuridico-amministrativo, quindi formale. -Appare, invece, errata sul piano economico, commerciale, politico, nella sostanza. – Essa penalizza il territorio, perché Trapani è il comune che ha beneficiato più degli altri della esistenza e della funzionalità dell’aeroporto di Birgi.- La non adesione al contratto potrebbe pesare sul futuro dello scalo, dei suoi dipendenti, del commercio del territorio, basato soprattutto sul turismo. -

Il comune di Trapani trascura la circostanza, troppo conosciuta e abbastanza evidente, che “i successi commerciali, la creazione di una serie di piccoli alberghi, di negozi, di luoghi di ristoro, l’enorme incremento del turismo, che negli ultimi anni hanno arricchito la città, costituiscono diretta conseguenza della funzionalità dell’aeroporto di Birgi.-.

Va, ancora, osservato, tuttavia, sul piano giuridico, che “soprattutto una compagnia aerea potrà garantire incrementi turistici, prevedendo vantaggi in termini di costo del biglietto e di creazione di nuove rotte aeree. – Il contratto di adesione (co-marketing), in ogni caso, non può non essere un “contratto aleatorio” i cui risultati restano vincolati ad una serie di circostanze e di eventi imprevedibili, naturali e accidentali, anche se stipulato con aziende del settore turistico. -

Va, infine, sottolineato che un Comune ha, tra i suoi fini istituzionali, quello di creare situazioni di incremento turistico, che determini occupazione e benessere. -

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
settembre: 2018
L M M G V S D
« giu    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Visite