Archivi
Categorie

AFFERMATO PIONIERE NELL’ELETTRONICA

 

Di Anna Burdua

 

“Se vuoi avere successo nella vita fai della perseveranza il tuo migliore amico, dell’esperienza il tuo saggio consigliere, della cautela il tuo fratello maggiore e della speranza il tuo angelo custode”

Questo pensiero dello scrittore e drammaturgo britannico Joseph Addison sembra racchiudere quello che è stato il filo conduttore della vita di Antonio Vultaggio, emerito cittadino trapanese, uomo d’altri tempi per i suoi tempi.

Ho avuto modo di conoscerlo e di avere una lunga conversazione con lui: mi ha emozionato il magnifico linguaggio descrittivo della sua vita, dei suoi sogni, del modo, non certo facile, di realizzarli.  La descrizione del suo mondo, contrassegnato da continue sfide, difficoltà ma affrontato con pazienza, passione ed estrema puntualità entra prepotentemente nell’animo di chi ne conosce gli aspetti più salienti.  La sua carriera costituisce fonte di curiosità e ci fornisce la chiave adatta per meglio comprendere l’evoluzione, il ruolo della sua brillante carriera di tecnico elettronico ed il contributo che la sua alta professionalità ebbe per lo sviluppo economico e sociale. La storia di Antonio affascina per il coraggio e la volontà con i quali affrontò ostacoli e difficoltà non indifferenti ma sempre sostenuto dal suo grande talento e dalla sua indole personale votata alla passione per la tecnologia, alla ricerca di nuove strade in un “ dove di speranza”

Antonio Vultaggio nasce ad Erice- Casa Santa e lì ha vissuto fino all’età di vent’anni nella centralissima via Argenteria.  Un giorno, recandosi col padre in un laboratorio tecnico per ritirare la radio di famiglia che aveva subito un danno, rimase abbagliato da tutti quei pezzi di ricambio poggiati sugli scaffali, e dagli strumenti schierati sui lunghi tavoli in attesa di essere riparati. Il suo sguardo curioso si fermò su una valvola rotta dentro un cestino e così, dopo avere chiesto al Titolare se poteva prenderla, ottenuto il consenso se la portò a casa, sicuramente non per giocarci ma per smontarla, analizzarla e studiarla. Quel piccolo oggetto che tanto aveva catturato la sua attenzione, gli fece comprendere, seppur in tenera età, che la tecnologia era la strada che avrebbe voluto intraprendere da grande. Ma quello era, allora, solamente un sogno nel cassetto.  Compì i primi studi all’Istituto Professionale “ Buscaino Campo” di Trapani per divenire segretario d’azienda. Tuttavia, col passare degli anni, il richiamo verso quel mondo che lo attraeva tanto, verso il nuovo era sempre più pressante e presente. Decide, allora, di raggiungere un cugino, studente di giornalismo fotografico, che viveva in Germania: là avrebbe avuto più possibilità di realizzare i suoi sogni. A Colonia visse in un primo momento in casa per studenti, era necessario, infatti, conoscere bene la lingua per poter iniziare una carriera dignitosa. Si iscrive, pertanto alla Volkshochschule, un’Università Popolare per seguire un corso di lingua tedesca coniugando l’impegno di studio con quello di radiotecnico di Radio Nord di Colonia che gli consentiva di pagare la retta mensile ed il suo soggiorno nella città.

Terminato il corso-base di lingua tedesca si iscrive alla Rodhde Schwarz, azienda elettronica specializzata nei settori di: strumentazione musicale, trasmissioni radio, localizzazione e comunicazione radio divenendo contemporaneamente co-responsabile dell’Istituto di Cultura italiana di Colonia per la proiezione di films e rassegne cinematografiche. La nostalgia della Patria comincia a farsi sentire ma perché avvenisse un suo ritorno era necessario ottemperare un preciso dovere ovvero svolgere il servizio di leva.  Torna in Italia e dopo assolto il suo obbligo- erano gli anni ’60 – comincia la sua vera carriera professionale all’I.B.M. (International Business Machine) come collaudatore 1° sistema IBM 360/20 per industrie, aziende, banche, fabbriche.

Conseguiti, ormai, traguardi ragguardevoli nel campo, negli anni ’70 viene assegnato al laboratorio di Boeblingen in Germania per lo sviluppo evolutivo del sistema 360/20 (370/125). Trascorrono altri due anni e ritorna in Italia. Ormai la sua brillante carriera era al culmine: Vienna lo attendeva per la promozione e la conseguente assegnazione dei prodotti IBM nel mercato internazionale comprendendo anche i Paesi dell’Est Europa. Dopo un altro periodo di due anni ritorna ancora in Italia.

Qui lo attende un altro impegno gravoso ma nello stesso tempo gratificante: installazione di computer nella sedi INPS collegati con l’unità centrale avente sede a Roma per l’acquisizione e circolarità dei dati ed installazione di nuove casse tecnologiche per i pagamenti nelle attività commerciali. Per lo svolgimento di analogo servizio viene trasferito per un anno presso la sede della Nord Caroline.

La tecnologia non conosce soste o stasi. Sorge un altro sistema nello specifico il 9370 la cui produzione veniva effettuata nella sede IBM di Roma Santa Palomba. Anche questa volta Antonio viene assegnato nella sede romana per la specializzazione e diffusione del nuovo sistema.

Intanto nasce in Scozia il rinomato progetto Office Customer  Satisfaction dei prodotti scozzesi finalizzato ad accogliere e soddisfare le richieste dell’utenza delle varie sedi operative di tutta l’Europa. Acquisite le capacità tecniche dopo un anno è di nuovo in Italia nella sede centrale per la costituzione di un progetto Office tutto italiano con la mansione di capo- progetto per lo sviluppo software per la statistica e qualità dei prodotti spediti richiesti.

Pur con tutti i numerosi ed onerosi impegni, Antonio trova il tempo durante il soggiorno negli Stati Uniti in collaborazione con RAI INTERNATIONAL di New York di realizzare una trasmissione in lingua italiana denominata “ Radio Italia – settimanale per l’informazione di musica, sport e cultura per i numerosi emigranti e non che vivevano in America.

La brillante carriera di Antonio Vultaggio è stata insignita negli anni da numerosi premi e riconoscimenti non solo per l’abilità professionale conseguita ma per essere stato un pioniere nel campo dell’elettronica quando ancora questa era solo una “ parola nuova, avvolta da misteriose incognite.

 

Lascia un Commento

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
ottobre: 2017
L M M G V S D
« set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Visite