Archivi
Categorie

Il “Giornale di Sicilia” del 30 marzo del 2017, a pagina 17, informa che dal sabato successivo 1° aprile verranno avviate le procedure che porteranno alla liquidazione della Biblioteca Fardelliana e al licenziamento di tutti i dipendenti.-

Lo avrebbe preannunciato il sindaco del comune di Trapani, nelle funzioni di presidente della Biblioteca.- Secondo costui, il Comune non sarebbe più nelle condizioni di sostenere il peso economico-finanziario della istituzione.- Perché “l’attività della Biblioteca e la esistenza della medesima sarebbero state messe in discussione dalla legge di riforma regionale che, abolendo le Province, ha fatto venir meno uno dei due principali enti condotanti, scaricando esclusivamente sul Comune di Trapani il peso del sostegno finanziario da destinare a libri e personale”.-

L’annuncio da parte del sindaco ha preceduto di 24 ore l’audizione, da parte della Commissione Bilancio dell’Ars, della direttrice della Biblioteca, disposta su richiesta di un consigliere regionale trapanese, perché fossero acquisite tutte le informazioni sulla attività della Biblioteca, sul suo patrimonio librario, sul compito di conservazione di importanti e rari volumi, sulla storicità dei documenti custoditi.-

II

Potrebbe sembrare un “pesce d’aprile”.- E’, invece, il preannuncio di un possibile evento molto grave, soprattutto impensabile e inaccettabile.-

Verrebbe cancellata una delle icone più preziosa e più significativa della Città di Trapani.- Verrebbe cancellata la “memoria storica culturale della città”.-

La Biblioteca Fardelliana rappresenta il luogo dove ogni trapanese, almeno una volta nella sua vita, ha effettuato una “ricerca di studio”, “ha consultato un libro”, “ha controllato un vecchio giornale”, “ha verificato i termini di un evento storico”.-

La Biblioteca Fardelliana è l’istituzione che conserva una copia di ciascuna opera, creata da  cittadini trapanesi.-

La Biblioteca Fardelliana rappresenta gli scrittori, i giornalisti, gli intellettuali trapanesi, la “intelligenza” della città, passata e presente.-

Cancellarla, per qualsiasi regione, sarebbe “un misfatto culturale”.- Storicamente imperdonabile.-

L’appello, quindi, va rivolto a tutti i politici, i burocrati, gli scrittori, i giornalisti, gli intellettuali trapanesi perché l’istituzione Biblioteca Fardelliana venga salvata.- Con ogni mezzo, con qualsiasi iniziativa, con tutti gli interventi possibili e immaginabili.-

III

Ricordo per tutti che la Biblioteca Fardelliana:

1- Ha il compito di conservare il prestigioso patrimonio librario, perché venga trasmesso alle generazioni future e sia fonte di arricchimento culturale;

2- Ha la missione di garantire l’accesso alle fonti di conoscenza libero ed aperto a tutti, al fine di fornire a tutte le componenti sociali le risorse informative, necessario contributo per lo sviluppo di una più alta qualità della vita individuale e collettiva;

3- Dispone di una  Carta dei Servizi, che ha un ruolo chiave per i fini della Biblioteca;

4- Offre il servizio di vendita diretta delle proprie pubblicazioni;

5- Mette a disposizione dei richiedenti, per lo svolgimento di conferenze, incontri, esposizioni, mostre, attività didattica, i suoi locali;

6- Conserva una intera collezione di stampe di Giovanbattista Piranesi; custodisce preziosi incunaboli e pergamene, l’importante Fondo di stampe donate alla Città di Trapani dal Ministero della Educazione nazionale, antichi volumi altrove non rinvenibili.-

PINO ALCAMO

 

 

Apprendiamo dal Sindaco del comune di Trapani che:

1- La promessa regionale di risolvere il problema della Biblioteca Fardelliana potrebbe essere sospetta perché troppo vicina alle prossime elezioni amministrative;

2- Le spese correnti mensili della Biblioteca ammontano a circa 38 mila euro. Per questo motivo ha dato disposizioni all’ufficio di ragioneria di raschiare il barile dei capitoli di bilancio per reperire il massimo della disponibilità;

3- Questo piano B) prevede la riduzione graduale, nel tempo, degli orari di apertura della Fardelliana al fine di risparmiare il più possibile sulla incidenza della spesa comunale, che è stata maggiorata del 50%, quota prima gravante sulla Provincia Regionale;

4- Nelle more di ulteriori accertamenti, è stato sospeso, al momento, il preannunciato licenziamento del personale.-

LA DIREZIONE

 

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
dicembre: 2017
L M M G V S D
« nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Visite