Archivi
Categorie

Vogliamo rendere omaggio, questo mese, al nostro “concittadino” Michele Megale. Un trapanese di adozione che ha amato e ama questa città più di tanti cittadini che qui sono nati.

E’ stato, per oltre un quarantennio, artefice della nostra vita politica e sociale cittadina. Oggi è ancora un amante e una memoria storica degli ultimi settant’anni di questa città.

Richiedere per lui la cittadinanza onoraria ci sembra riduttivo e superfluo dal momento che egli se l’è conquistata sul campo avendo raggiunto il traguardo di primo cittadino dal 1991 al 1993.

La sua attività, come detto, si è svolta nel sociale e nella politica locale senza soluzione di continuità.

Certo, come ognuno di noi, è soggetto a critiche o ad approvazioni sul suo operato.

Di fatto, rimane il suo curriculum che parla da solo.

La sua fede politica, da sempre, è la monarchia e tale è fieramente rimasta sino ai nostri giorni. Finché ha potuto, ha seguito, politicamente, il suo partito di riferimento. Scomparso questo, negli anni, è approdato prima al P.L.I. e poi alla D.C.

Megale è nato a Nicosia, in provincia di Enna, nel 1930. Trasferitosi a Trapani, ha qui proseguito gli studi e poi ha svolto il suo lavoro come dipendente regionale.

Nel Gennaio 1959 è stato assessore ai Servizi Demografici, Leva, Pensioni ed elettorato.

Sei mesi dopo è transitato all’Assessorato Igiene, Sanità e Solidarietà Sociale.

Alla fine del 1959 cambia ancora e passa all’Assessorato Pubblica Istruzione e Affari Generali.

Nelle elezioni del 1960, 1965,1970 e 1975, è stato sempre rieletto come Consigliere Comunale e più volte scelto come assessore.

Riconfermato Consigliere nel 1980 e poi ancora nel 1990, viene eletto Sindaco della città nell’Ottobre del 1991. Carica che ha ricoperto fino al Maggio 1993.

La sua vita è corredata da un curriculum di tutto rispetto impiantato nella cosiddetta “Prima Repubblica”.

Intanto, il 15 settembre 1981, Genetliaco di Umberto II, l’ex Re d’Italia firma il Decreto con il quale Michele Megale è nominato “Cavaliere dell’ordine della Corona d’Italia”. Un riconoscimento che per un monarchico da sempre, rappresenta il massimo delle aspirazioni.

Ritiratosi dalla vita politica attiva, si è sempre dedicato allo studio della storia di Trapani pubblicando numerose riviste che aiutano a capire il passato e la cultura di questa città capoluogo.

Da anni collabora con la nostra rivista fornendoci articoli di pregio grazie alle sue carte e alla sua memoria. Le sue giornate le trascorre tra ricerche storiche e rimembranze di fatti e avvenimenti di Trapani. Nonostante la bella età, ha redatto, anche di recente, una pubblicazione sui consiglieri e sindaci della città dal 1994 al 2016. Tutto corredato da fotografie dei personaggi che solo un ricercatore certosino come lui poteva trovare.

A lui vanno i nostri ringraziamenti per la continua ricerca che ha sempre proseguito, riportando alla luce vecchie vicende locali e foto che ci hanno fatto rivivere con emozione i nostri tempi e i tempi dei nostri padri.

Ci auguriamo che continui sempre su questa strada perché in una società a perdere, così come è ormai la nostra, di elementi come lui non se ne può fare a meno.

In questo articolo pubblichiamo una mini raccolta di foto che lo ritraggono durante il suo mandato di Sindaco.

 

I Commenti sono chiusi

Cerca
bed and breakfast RUA NUOVA

Clicca sull'Immagine x Ingrandire la locandina
Bed And Breakfast
RUA NUOVA

Calendario
marzo: 2019
L M M G V S D
« feb    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Visite